07.08.2019

Dopo 10 mesi, Gasparri e Binetti si accorgono delle proposte sull’eutanasia

Dopo 10 mesi, Gasparri e Binetti si accorgono delle proposte sull’eutanasia

Oggi in conferenza stampa Gasparri e Binetti si sono schierati contro l’eutanasia e contro la Corte costituzionale.

Dobbiamo continuare a essere dalla parte della vita“, ha detto la senatrice Paola Binetti oggi in una conferenza stampa a Palazzo Madama. “Meglio una legge imperfetta che l’eutanasia decisa dalla Corte costituzionale“, ha continuato il senatore Maurizio Gasparri, continuando con “io rivendico il diritto-dovere del Parlamento di pronunciarsi su un tema come questo: le Camere si occupano di qualsiasi cosa, dalle patenti nautiche alla Tav, non può non pronunciarsi sulla vita e la morte“.

Giusto, verrebbe da dire. Ed è bene ricordare ai due senatori di Forza Italia che il Comitato Eutanasia Legale chiede un dibattito da 6 anni. Negli ultimi 10 mesi, dalla prima ordinanza della Corte costituzionale sul caso Cappato/Dj Fabo ad oggi, l’Associazione Luca Coscioni ha fatto di tutto per far scaturire un dibattito parlamentare. E’ stata anche avviata una raccolta firme tra deputati e senatori per la convocazione straordinaria delle Camere. Ma Binetti e Gasparri, negli ultimi 10 mesi, non si sono visti salvo ora attaccare la Corte costituzionale su una decisione annunciata quasi un anno fa.

Silenti fino ad ora, alla vigilia della chiusura del Senato e a un mese e mezzo dalla decisione della Corte costituzionale, l’impressione è che chiedano una legge senza realmente volerla, cercano titoli sui giornali senza aver mosso un dito per favorire i lavori parlamentari.

Se ancora c’è qualche laico liberale in Forza Italia, è il momento di farsi sentire.

Il 19 settembre grande manifestazione/concerto a Roma per l’Eutanasia Legale. Aiutaci a convocarla, clicca qui!

Ultimi articoli