21.02.2020

Il Portogallo riprende la discussione sull’eutanasia

Il Portogallo riprende la discussione sull’eutanasia

Cinque proposte di legge per depenalizzare l’eutanasia, elaborate da diverse formazioni politiche lusitane, sono state approvate nelle Commissioni del Parlamento di Lisbona.

Ora c’è il via libera per continuare il processo legislativo ed arrivare ad un testo unico. I testi sono stati adottati in prima lettura, determinando “le condizioni speciali per la non punibilità dell’eutanasia”, con 127 voti favorevoli e 86 contrari.

Il Portogallo si accinge così ad accodarsi ai Paesi che riescono a controllare l’eutanasia clandestina attraverso un provvedimento di regolamentazione, come già fatto all’interno dell’Unione Europea da Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo.

Al momento, il testo prevede che “una persona che soffre di una malattia grave, invalidante o incurabile può essere aiutata a morire se lo vuole, per evitare sofferenze indicibili“. Due medici e un comitato etico dovranno validare la richiesta.

Un provvedimento analogo era stato respinto nel maggio 2018 per soli cinque voti di scarto.

Nel frattempo in Italia è tutto fermo. Per questo ti chiediamo di aiutarci a contattare tutti i capigruppo della Camera dei Deputati. Clicca qui per fare la tua parte!

Ultimi articoli