11.12.2020

In Spagna arriva in Aula la legge sull’eutanasia

In Spagna arriva in Aula la legge sull’eutanasia

Dopo tre mesi di lavori, la Commissione Giustizia del Congresso spagnolo ha approvato la legge che legalizza l’eutanasia. Il testo passerà ora -probabilmente la prossima settimana ci dice El Mundo- alla plenaria dove c’è una forte maggioranza di parlamentari a favore.

Tra i favorevoli troviamo il Partito Socialista, Unidos Podemos, Ciudadanos, la sinistra catalana di ERC, i nazionalisti baschi di PNV e di EH Bildu, Más País, Compromís e JxCat. Contrari invece il Partito Popolare e Vox, che bollano il testo come “esercizio di ingegneria sociale” e “cultura dello scarto e della morte”.

A promuovere la legge è stato il partito del presidente Sánchez, il PSOE, che difende il testo sottolineando la rilevanza che la norma avrà nell’aiutare le persone malate con sofferenze insopportabili.

I requisiti spagnoli per accedere all’eutanasia

Stando al testo – a differenza di ciò che alcuni quotidiani italiani riportano – potranno richiedere l’eutanasia le persone con “infermità grave e incurabile o infermità grave, cronica e invalidante, fonte di intollerabili sofferenze fisiche o psichiche“.

Per accedere al trattamento eutanasico è necessaria una richiesta scritta da parte di una persona che ha assunto la decisione “autonomamente, in piena coscienza e informata, senza alcuna pressione esterna”, e dovrà essere confermata più volte lungo l’intero percorso. Ovviamente la richiesta può essere ritirata in qualsiasi momento.

A valutare le condizioni per accedere al percorso sarà una commissione di garanzia interna al Sistema Sanitario Nazionale.

Ultimi articoli