25.02.2019

Tre nuove proposte di legge per l’eutanasia in Oregon

Tre nuove proposte di legge per l’eutanasia in Oregon

A gennaio 2019 tre nuove proposte di legge sono state depositate in Oregon: due alla Camera e una al Senato, tutte firmate dai Democratici.

Le proposte intendono migliorare il già esistente Death with Dignity Act. Si suggerisce infatti di aggiungere nella legge una definizione di “autosomministrazione”, di espandere la definizione di “malattia terminale” eliminando la prognosi infausta di sei mesi e di prevedere, all’interno dei termini definiti per l’attesa prima di arrivare al trattamento eutanasico, per i pazienti che hanno speranza di vita più breve del periodo previsto.

APPROFONDIMENTO: Cosa prevede attualmente il Death with Dignity Act?

Ecco le tre proposte di legge presentate:

Oregon House Bill 2232 Presentato alla Camera il 14 gennaio da quattro deputati e da tre senatori democratici, il disegno di legge vieta a chiunque, ad eccezione del paziente stesso, di somministrare farmaci per porre fine alla vita della persona. Espande inoltre la definizione di “malattia terminale” permettendo al paziente di richiedere farmaci per porre fine alla propria vita modo umano e dignitoso non prima di 90 giorni dalla ricezione della diagnosi terminale. Per i pazienti con meno di 6 mesi di prognosi infausta, crea un’eccezione all’interno dell’iter.

Oregon House Bill 2217 Presentato alla Camera il 15 gennaio da cinque deputati e da tre senatori democratici, il disegno di legge vieta a chiunque, ad eccezione del paziente stesso, di somministrare farmaci per porre fine alla vita della persona.

Oregon Senate Bill 579 Presentato al Senato il 14 gennaio da due senatori e un deputato democratico, il disegno di legge inserisce un’eccezione al Death with Dignity Act per i tempi di attesa per ottenere il trattamento eutanasico per le persone con speranza di vita inferiore ai 15 e ai 2 giorni.

Ultimi articoli