18.01.2017

Il video con cui Dj Fabo si presentò all’Italia

 

Fabiano Antoniani – per gli amici Fabo – era un ragazzo di 39 anni, cieco e tetraplegico, che chiedeva di porre fine a una vita che non aveva scelto, immobilizzato in una lunga notte senza fine. Fabo si è ritrovato in questa condizione – rarissima al mondo – in seguito a un incidente stradale.

Dopo anni di terapie senza esito, Fabo maturò la precisa consapevolezza di voler porre fine a una quotidianità che non chiama più vita, ma per farlo aveva bisogno di aiuto. Aveva bisogno che le istituzioni intervenissero per regolamentare l’eutanasia e permettere a ciascun individuo di essere libero di scegliere fino alla fine.

Per questo Fabo si rivolse all’Associazione Luca Coscioni che si batte per le libertà civili dall’inizio alla fine della vita, che già aiutò il proprio presidente Piergiorgio Welby a ottenere aiuto medico a morire nel rispetto della Costituzione, e che nel 2013 ha depositato in Parlamento la proposta di legge Eutanasia Legale.

L’Associazione ha deciso di aiutare Fabo a raccontare la propria storia e a trasmetterla al Presidente della Repubblica e, attraverso di lui, al Parlamento e all’opinione pubblica.