23.04.2013

La storia di Piera per Eutanasia Legale

 

Piera Franchini fu tra le prime persone a contattare l’Associazione Luca Coscioni dopo la pubblicazione del video “A.A.A. Cerchiamo malati terminali”, quello che venne definito il “video shock” sull’eutanasia da tutta la stampa italiana.

Piera, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013. Prima di fare il suo ultimo viaggio, decise di raccontare la sua storia all’Associazione Luca Coscioni.

Il suo fu tra i primi volti di persone che, in piena consapevolezza e lucidità, hanno deciso in Italia di raccontare la propria storia rompendo il tabù italiano sul fine vita.